Home  /  Alex Pacifico  /  Le proprietà benefiche del cioccolato
Facebook

chocolate-2764581_1920C’era una pianta, in passato, considerata come divina. I suoi frutti per questo motivo era ad appannaggio unico delle più alte cariche governative, come l’imperatore. L’unico che potesse godere dei suoi benefici. Tale pianta è quella del cacao, originaria dell’America meridionale. I suoi frutti hanno un colore scuro, quasi prossimo al nero e il loro sapore è forte, amaro e incisivo e, allo stesso tempo, esplosivo, aromatico e incredibile.

E, inutile negarlo, provoca una vera e propria dipendenza.

Tuttavia il cioccolato non è solo aromatico! E’ risaputo, infatti, che i benefici che apporta a corpo e mente sono davvero molti. Attenzione però: quando si parla di cioccolato in questi termini, bisogna dimenticare tutte le miscele con poco cacao e moltissimo latte, mentre è necessario prendere in considerazione un prodotto contenente almeno il 70% di cacao purissimo (meglio ancora le barrette all’85% o al 99%).

Il consumo del cioccolato deve certamente essere moderato; le barrette di cioccolato fondente, per esempio, sono particolarmente ricche di grassi. Tuttavia è necessaria una precisazione: i grassi contenuti nel cioccolato sono per lo più mono o polinsaturi, e rientrano nelle categorie omega-3 e omega-6, che possono apportare effetti positivi al sistema cardiovascolare.

Altre sostanze contenute nel cioccolato sono poi i flavonoidi, importanti antiossidanti che regolano la pressione vascolare, evitando la formazione di coaguli che possono ostruire i vasi sanguigni.

I flavonoidi, composti chimici naturali, in virtù delle loro proprietà possono evitare la formazione delle antiestetiche e fastidiose vene varicose e hanno anche una spiccata attività antinfiammatoria. Gli altri antiossidanti presenti nella pasta di cacao svolgono altri ruoli certamente non meno importanti: dal proteggere la pelle dallo stress dovuto ai raggi ultravioletti, alla difesa degli organi interni dalle scorie, tra cui i radicali liberi.

Ma non solo: il cioccolato è anche un alimento ricco di minerali, tra cui calcio (che fa bene alle ossa), magnesio (che contrasta la spossatezza e la stanchezza) e fluoro (il quale, invece, protegge i denti ed evita la formazione delle carie).

cioccolatoPer molti anni si è ritenuto che il cioccolato fondente potesse essere un alimento molto importante per favorire il buonumore e il benessere psicologico, oltre che quello fisico. Questa supposizione, per altro, ha trovato un concreto fondamento scientifico. E’ stato dimostrato, infatti, che le sostanze presenti nel cacao favoriscono la produzione di endorfineneurotrasmettitori che stimolano alcune aree del cervello, prevenendo stress e tristezza.

Benché la maggior parte della popolazione sia particolarmente ghiotta di cioccolato, è altrettanto vero che spesso esso non viene assunto in modo appropriato. Specie quando è unito a zucchero o latte. Se, quindi, si ritiene che il cioccolato fondente puro abbia un sapore troppo forte, per evitare un ulteriore apporto di carboidrati o grassi è consigliabile abbinarlo ad altre sostanze aromatiche ma poco ricche di carboidrati e lipidi, quali la menta, la scorza d’arancia o i frutti di bosco.

In commercio nei grandi supermercati esistono non poche varietà di cioccolato fondente purissimo, prodotte anche da grandi marchi, con percentuali di cacao che vanno dal 50% in su (fino ad arrivare al 100%), proposte in vari aromi e formati in grado di accontentare tutti i gusti.

Condividi questo post
00 0